Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
consolato_filadelfia

La Sede

 

La Sede

 L'EDIFICIO "PUBLIC LEDGER"

L’edificio in stile Rinascimento georgiano fu progettato dal celebre architetto di Filadelfia Horace Trumbauer per il noto editore locale Cyrus Curtis.

Sempre per Curtis, Trumbauer progettò anche l’edificio vicino, il Curtis Center tra la 6th e Walnut Street. Anche quell’edificio è stato progettato secondo lo stile del Rinascimento georgiano. I due edifici si integrano a vicenda, sono quasi della stessa altezza ed entrambi sono stati costruiti in marmo con aperture ad arco.
L’edificio Public Ledger fu chiamato così in onore del primo quotidiano di Filadelfia da un penny, che fu anche il giornale più famoso della città fino alla metà degli anni ’30. Curtis acquisì il Philadelphia Inquirer attraverso il suo giornale, il Public Ledger, per 11 milioni di dollari e, così, Curtis divenne il presidente del giornale.

L’edificio è presente nel Registro Nazionale delle proprietà storiche.



STORIA DELLE RAPPRESENTANZE DIPLOMATICHE ITALIANE  NEGLI STATI UNITI E DELLA PRESENZA CONSOLARE A FILADELFIA.

Anche prima del termine del processo di unificazione dell'Italia, diversi Stati italiani tra cui la Repubblica di Genova, il Regno di Piemonte-Sardegna, lo Stato Pontificio, il Ducato di Parma, il Regno delle due Sicilie e il Granducato di Toscana intrattennero relazioni diplomatiche o consolari con gli Stati Uniti d'America. A Filadelfia, il Conte Giuseppe Ravara venne prima nominato Console nel 1791 e successivamente accreditato come Console Generale  di Genova negli Stati Uniti d'America (si veda articolo del giornale di Filadelfia del 1791 con cui si cita che il Console Generale Ravara e' stato presentato al Presidente Washington ed al Segretario di Stato Jefferson).


I FONDI ARCHIVISTICI DELLA DELEGAZIONE SARDA E DELLE RAPPRESENTANZE DIPLOMATICHE ITALIANE NEGLI U.S.A. (1848-1901) (LINK)


 

 

GUIDA ALLA STORIA DELLE RELAZIONI DIPLOMATICHE E CONSOLARI DAL 1776: LA REPUBBLICA DI GENOVA (LINK)



COPIA DELLA PETIZIONE ALLA CAMERA DEI RAPPRESENTANTI DEGLI STATI UNITI PER L’INTRODUZIONE DEL CONSOLE GENERALE DI GENOVA, JOSEPH RAVARA, DA PARTE DI THOMAS JEFFERSON AL PRESIDENTE GEORGE WASHINGTON (LINK)



STORIA DEL CONSOLATO GENERALE DALL'UNITA' D'ITALIA AI GIORNI NOSTRI (DEL DOTT. RICHARD N. JULIANI)      
THE CONSULATE GENERAL FROM THE UNIFICATION OF ITALY TO THE PRESENT (by RICHARD N. JULIANI, Ph.D.)
 

(Foto: Chiamata alle armi al Consolato dei Riservisti Italiani per la Prima Guerra Mondiale)

Riservisti Italiani al Consolato : chiamata alle armi per la Prima Guerra Mondiale


12