Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
consolato_filadelfia

THE ABRUZZO RELIEF FUND

Data:

03/08/2009


THE ABRUZZO RELIEF FUND

L’ Abruzzo Relief Fund è stato costituito poche ore dopo l’evento sismico che ha colpito L'Aquila e la regione Abruzzo il 6 aprile 2009, con lo scopo immediato di rispondere alle offerta di assistenza. Nelle settimane seguenti, il Dipartimento di Stato americano e l'Ambasciata d'Italia, assieme alla rete consolare italiana negli USA, hanno manifestato il loro interesse a collaborare con la National Italian American Foundation (NIAF), avviando così l’opera della raccolta di fondi e l’individuazione di progetti urgenti nella regione. Il Dipartimento di Stato e la NIAF hanno costituito un partenariato pubblico-privato,con il fine di rispondere alle richieste di assistenza in termini di risorse professionali e materiali manifestate dall'Università dell’Aquila e dai suoi studenti; tra i primi progetti si trovano anche quelli pubblicate nella Nota Informativa.

Inoltre, il presidente degli Stati Uniti Obama ha parlato delle attività del partenariato con il Presidente italiano Giorgio Napolitano nel corso della conferenza stampa tenutasi l’8 luglio, prima dell'apertura del Vertice del G8 a L'Aquila.

La Casa Bianca ha anche rilasciato un comunicato stampa sulla visita del Presidente Obama alla zona colpita accompagnato dal Presidente Berlusconi. Nel comunicato stampa si legge che, attraverso il partenariato NIAF- Stati Uniti, si auspica che l'Università degli Studi dell’Aquila possa rapidamente riprendere il ruolo vitale accademico, sociale e economico che svolgeva per l'intera regione prima del terremoto ( comunicato stampa ).

Nelle settimane e nei mesi successivi al terremoto, rappresentanti dell’Abruzzo Relief Fund hanno visitato la città diell’Aquila e si sono incontrati con funzionari del governo italiano a livello nazionale e locale per individuare le esigenze della città colpita. L'Università dell’Aquila in parte distrutta dal sisma è quindi divenuta il “focus” degli sforzi del Fund. Sono state individuate diverse soluzioni a breve e lungo termine intese a garantire la continuità delle attività accademiche per gli studenti e a contribuire alla ricostruzione temporanea dei locali dell'Università.

Prima di intraprendere qualsiasi azione, l'Abruzzo Relief Fund ha costituito un Comitato direttivo composto da alcune organizzazioni italo-americane a livello nazionale (tra le quali, ad es. NIAF, UNICO, Columbus Citizens Foundation), leader americani, e importanti personalità della comunità italo-americana. Lo scopo del Comitato e’ la raccolta di fondi e la valutazione dei progetti segnalati dal Fund. Il 17 giugno 2009 il Segretario di Stato Hillary Clinton ha invitato il Comitato direttivo a tenere la suao prima riunione presso il Dipartimento di Stato. Un’emergenza medica non ha permesso la partecipazione della signora Clinton e la riunione è stata presieduta dal Vice Segretario di Stato per la gestione delle risorse, Jacob Lew.

Azione – Fase I

Una delle aree cruciali individuate dalle autorità nazionali e locali e’ stata quella di garantire la ripresa delle attività educative presso l'Università dell’Aquila, interrotte in seguito ai danni alle strutture universitarie. Molti dei locali universitari, comprese le aule e dormitori, risultavano distrutti o danneggiati dall’evento sismico. In occasione delle prime riunioni con le autorità, l'Università aveva richiesto assistenza nel trovare una nuova, sia pur temporanea, sistemazione per il maggior numero possibile di studenti, durante il periodo della ricostruzione degli edifici universitari. L'obiettivo finale è il ritorno degli studenti a L'Aquila per il completamento dei loro studi.

L'Abruzzo Relief Fund ha quindi preso contatto con varie Università negli Stati Uniti, tra cui l'Università di Miami, la Sierra Nevada College, la Villanova University e la University of New Mexico. In base ad essi, e’ stata concordata l’offerta di borse di studio totalmente retribuite per gli studenti dell'Università degli Studi dell’Aquila. L'Abruzzo Relief Fund ha collaborato strettamente con l'Università dell’Aquila nel promuovere questa offerta di borse di studio e nella successiva valutazione delle domande presentate. Sono state ricevute 103 domande (34 per l'intero anno accademico, 18 per il semestre autunnale, e 61 per il semestre primaverile). Esse sono state poi sottoposte alle Università americane partner per una loro valutazione. A metà luglio, sono state approvate borse di studio per 32 studenti (26 per l'intero anno accademico e 6 per il semestre autunnale). Le borse di studio hanno un valore di oltre $ 970.000 ($673.044 a carico della Universita’ per coprire le spese di frequenza e $ 297.226 per i costi di vitto e alloggio sostenuti dall’Abruzzo Relief Fund). I 32 studenti selezionati arriveranno negli Stati Uniti tra il 12 eil17agosto.

L 'Abruzzo Relief Fund ha richiesto e ricevuto da parte del Ministero degli Affari esteri italiano l’erogazione dei fondi necessari per il viaggio aereo di andata-ritorno negli Stati Uniti degli studenti, valutato a un costo complessivo di $ 43.000.

L'Ambasciata americana a Roma si è impegnata a lavorare con l'Abruzzo Relief Fund per accelerare le procedure del rilascio dei visti necessari.

L'Abruzzo Relief Fund ha lavorato anche con alcune Università americane in Italia per promuovere le loro offerte di assistenza agli studenti dell'Università dell’Aquila. Ad esempio, sia l'American University che la John Cabot University di Roma hanno offerto l’utilizzo dei loro campus per ospitare gli studenti dell’Aquila. Le due Università ospitano degli studenti abruzzesi già dai giorni immediatamente seguenti il terremoto.

Un altro settore individuato dalle autorità nazionali e locali e’ quello della fornitura di infrastrutture universitarie temporanee. L'Abruzzo Relief Fund ha preso contatti con una società americana specializzata nella costruzione di strutture modulari ad uso temporaneo/permanente (Modular Multipurpose Centers - MMCs), che ha garantito la sua collaborazione a questo fine. In aggiunta, il Fund ha ottenuto la collaborazione delle Forze Armate italiane per il montaggio delle MMC. Il Fund ha finanziato la costruzione di almeno un edificio modulare permanente per l’Università dell’Aquila. L'edificio sarà utilizzato per sostituire il laboratorio di fisica che è stato distrutto dal terremoto. Dette strutture modulari permanenti sono indistinguibili dagli altri edifici e possono essere costruite nell’osservanza di particolari specifiche architettoniche. Possono essere utilizzati materiali da costruzione tradizionali e un edificio permanente può essere costruito, montato e pronto per l'uso in meno di trenta giorni. In base al sito e alle altre specifiche richieste dall’Università, il costo di un MMC è valutato tra i $100.000 e i $250.000.

Sempre in questo ambito, il nostro partner, il Dipartimento di Stato americano, sta concentrando i suoi sforzi nel settore dell’assistenza educativa all'Università degli Studi dell’Aquila. I primi progetti comprendono: lo scambio di visite ed esperienze tra rappresentanti universitari e autorita’ locali con esperienza nella gestione di crisi; il rafforzamento del programma Fulbright Italia-USA con l’invio in missione di un esperto presso l’Universita’ dell’Aquila nell’anno accademico 2009-10; la missione di un esperto americano di archivistica e metodi di preservazione per eseguire una valutazione approfondita delle risorse a disposizione dell’Universita’ dell’Aquila in questo campo e valutare le esigenze di alcune biblioteche in loco, compresa la digitalizzazione di documenti; l’organizzazione di attività estive sportive, culturali e d’intrattenimento (giochi, musica e film) per i giovani e i bambini che vivono nelle 160 tendopoli.

AZIONE. Fase II

Borse di studio: mentre 32 studenti hanno ricevuto borse di studio per questo anno accademico e il semestre autunnale, occorre ora occuparsi dei restanti 71 studenti che hanno presentato la stessa domanda. Il semestre primaverile offre l'opportunità di studiare negli Stati Uniti per 4-5 mesi. L'Abruzzo Relief Fund è in contatto con varie Università americane che si sono impegnate ad ospitare questi studenti e ad offrirgli borse di studio, ma occorre trovare i fondi necessari per sostenere i costi di alloggio, vitto e trasporto. Singole persone, societa’ e organizzazioni possono ‘adottare’ uno studente, assicurandogli i fondi necessari di vitto/alloggio/trasporto per semestre. Donazioni di qualsiasi importo sono benvenute e i donatori potranno ricevere informazioni sullo studente beneficiato e il suo progresso negli studi qui negli Stati Uniti. Fondi totali necessari: $ 426.000. Costo per studente: tra $ 6.000 e $ 9.000, in base all’Università che frequenteranno.

Immobili Universitari: L'Università degli Studi dell’Aquila ha individuato nove altri siti dove potrebbero essere eretti i sistemi modulari MMC. Gli edifici MMC presso l'Università dell’Aquila offrono ai donatori la possibilità di fornire un impatto permanente nella ricostruzione dell'Università e della città dell’Aquila, come anche la possibilità di acquisire i diritti di personalizzare la denominazione delle strutture stesse. Il costo delle unità va da $ 100.000 a $ 250.000, in base alle dimensioni, l'ubicazione, e le altre specifiche. I soggetti privati e pubblici interessati a sottoscrivere la costruzione di un MMC sono pregati di mettersi in contatto con Serena Cantoni al 202-939-3111.

Per informazioni sui contributi o per ulteriori informazioni sulle attività del Fondo, si prega di chiamare 202-939-3111.

CONTRIBUTI
Per effettuare donazioni a favore delle attività dell'Abruzzo Relief Fund:

Receiving Bank:
TD Bank, N.A. (Legacy Commerce Bank)
Washington, DC
Credit Account 3980085603
ABA routing 054001725
For credit to:
Abruzzo Relief Fund
1860 19th Street, NW
Washington, DC 20009


102